Berloni

IT
EN ZH
indietro

La poesia delle Langhe

Alla scoperta delle Langhe

Andate per le colline delle Langhe, camminate lungo i sentieri e le strade che si diramano tra il Tanaro e la Bormida, passando per Nizza Monferrato, Canelli, fino al confine del Piemonte con la Liguria.
Fatelo dopo aver letto alcuni brani di Cesare Pavese, o di Beppe Fenoglio, proseguite il vostro percorso respirando l'aria dei vigneti, osservate il sole scaldare la terra e far crescere l'uva, fermatevi a sorseggiare un bicchiere di spumante o di moscato e assaggiate le tipiche nocciole.
Non comportatevi con la Langa come si comporterebbe un qualsiasi turista annoiato con una qualsiasi località di villeggiatura. Questi luoghi richiedono di essere compresi e vissuti; e sebbene il tempo e l'uomo ne abbiano modificato gran parte dei lineamenti, la cucina della Langa è ancora la porta d'ingresso per la memoria contadina di queste aspre colline.
Bene, ora sedetevi e provate la bagna caoda, salsa a base di olio, aglio e acciughe in cui potete intingere le verdure più svariate: particolarmente consigliati sono il peperone quadrato di Motta di Costigliole e il cardo gobbo della Valle Belbo, il tutto annaffiato con un vino rosso giovane. E perché no, un assaggio di polenta di farina mais, ottima con il coniglio, il merluzzo, oppure concia di formaggi.
In autunno, è di dovere un assaggio del pregiato tartufo bianco e dei funghi porcini che crescono nei boschi dell'Alta Langa.
Tra i primi piatti, non perdete i classici tajarin al sugo di fungo o al ragù, e i plin, piccoli ravioli dal ripieno di formaggio, carne e verdura.
Per secondo, lasciate spazio al gran bollito misto accompagnato dal bagnet verd (a base di prezzemolo, acciughe e aglio).
E alla fine, lasciatevi tentare dalla torta di riso o da quella di castagne.
E il vino? Siete nelle terre del vino, non avete nulla da temere: Spumante, Moscato e Barbera, a seconda dell'occasione e in base al vostro gusto.
Quando, sazi e felici dopo un ricco pasto, uscirete, soffermatevi ad ammirare il sole sulle colline. Vi accorgerete che non solo la pancia, ma anche l'anima gioirà della vostra visita nelle Langhe, e sarete, pur solo per un giorno, parte di un qualcosa di antico e splendido.






 

top